Thieboudienne: ricetta piatto senegalese

 

Ricetta per preparare il piatto Thieboudienne. Un piatto a base di riso, pesce e verdure, è molto popolare nella cucina senegalese.

Ricetta Thieboudienne

Ecco come fare il Thieboudienne, segui la ricetta di Senecuisine.

Senecuisine è un canale che condivide video di ricette da tutto il mondo, ma in particolare della cucina senegalese.

Il video dura all’incirca 5 minuti e in questo articolo potrai trovare dosi, ingredienti e preparazione in italiano.

Presentazione

Il thieboudienne è una versione del tiep o thieb, il piatto nazionale del Senegal che viene consumato anche in Guinea-Bissau, Guinea, Mali, Mauritania e Gambia.

La versione del tiep detta thieboudienne o in francese thiéboudiène, si prepara con pesce (fresco ed essiccato), riso cotto nel sugo dove è stato precedentemente cucinato il pesce con aglio, cipolla, concentrato di pomodoro, peperoncini e vari tipi di verdure (peperoni, melanzane, carote, cavolo, manioca, zucca).

Il nome del piatto deriva dalle parole wolof “ceeb” che significa riso e “jën” che significa pesce’. A Pulaar è conosciuto come maaro e liddi (“riso e pesce”). Si serve in ampi vassoi con il riso sul fondo e il pesce, generalmente cernia bianca, e le verdure, molte delle quali intere, poste al centro.

Si pensa che il popolare piatto dell’Africa occidentale noto come jollof abbia avuto origine dal thiebudienne, poiché jolof era anche il nome dell’antico Impero Wolof che governò parti dell’odierno Senegal dal 1350 al 1549. Tuttavia il riso jollof è base di carne e non di pesce, inoltre il riso viene mescolato agli altri ingredienti.

Altri nomi del piatto sono: ceebu jen, cee bu jen , ceeb u jen , thebouidienne, theibou dienn, thiebou dienn, thiebou dinne, thiébou dieune , tíe biou dienne, thieb-ou-djien, thiebu djen o riz au poisson.

Ingredienti Thieboudienne

  • 1 kg di riso
  • 1 cernia grande (pulita e tagliata in 2) 
  • 2 steli di erba cipollina 
  • 1 mazzo di prezzemolo (o altrimenti un peperone verde)
  • 2 peperoncini verdi
  • 1 cucchiaino di pepe in polvere
  • 1 cipolla tritata
  • 6 spicchi aglio
  • 1 pezzo di yët (mollusco essiccato)
  • 1 pezzo di guédj (pesce salato ed essiccato)
  • 3 foglie di alloro
  • 4 foglie d’ibisco
  • 1 carota
  • 1 cavolo cappuccio
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 manioca
  • 1 melanzana
  • 200 g di concentrato di pomodoro
  • 1 zucca medio-piccola
  • 1 peperoncino habanero
  • 25 ml d’olio
  • 1 limone o lime
  • 1,2 l di acqua

Preparazione

  1. Tagliare a pezzi gli spicchi d’aglio, l’erba cipollina, i peperoni verdi e il prezzemolo (o il peperone verde). Tritare gli ingredienti spezzettati con l’aiuto di un mixer, aggiungendo sale e pepe.
  2. Incidere il pesce e inserire all’interno delle incisioni metà del mix di ingredienti preparato in precedenza.
  3. Versare l’olio in una pentola. Mettere sul fuoco e scaldare per all’incirca 3 minuti. Friggere il pesce nell’olio caldo insieme al yët e fare indorare da entrambi i lati.
  4. Una volta dorato togliere il pesce dall’olio e mettere da parte. Nello stesso olio aggiungere la cipolla tritata e la sciare soffrigger per 5 minuti. Unire il concentrato di pomodoro e lasciare cuocere per altri 5 minuti.
  5. Dopodiché aggiungere l’acqua, il pesce, le verdure (tagliate in 2 o 4 pezzi), le foglie d’ibisco e l’alloro. Salare e lasciare cuocere per 50 minuti.
  6. Durante la cottura rimuovere l’olio in superficie e conservare. Aggiungere l’habanero e l’altra metà del mix preparato in precedenza.
  7. Lavare il riso prima della cottura dopodiché versarlo in un colapasta, adagiarlo sopra la pentola con il sugo, coprire e cuocere a vapore per 10 minuti.
  8. Trascorso il tempo di cottura, togliere il riso, il pesce e le verdure dalla pentola e mettere da parte. Nella stessa pentola rimettere l’olio rosso conservato in precedenza e condire con un pizzico di sale. Infine unire il riso precotto a vapore e lasciare cuocere a fuoco basso per 25 minuti.
  9. Una volta che anche il riso sarà pronto, disporre su piatto da portata e sopra tutti gli altri ingredienti. Guarnire il con un limone tagliato in 2, servire caldo e gustare il thieboudienne in compagnia.

Conclusioni

Grazie per aver letto l’articolo, condividilo se pensi ti sia stato utile, spero che alcune di queste informazioni ti potranno aiutare a replicare la ricetta facilmente.

thieboudienne

AfroXentric è un blog per persone pratiche, iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere altre informazioni utili o semplici curiosità sul continente africano.

Questo blog aderisce al programma di affiliazione Amazon. Qualora dovessi acquistare alcuni prodotti tramite i link promozionali presenti su questo sito, AfroXentric riceverà delle commissioni.

Vedi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.