Calendario etiope

Calendario etiope o Ge'ez

Il calendario etiope, chiamato anche il calendario eritreo, o il calendario Ge’ez è il calendario ufficiale utilizzato in Etiopia ed Eritrea.

È usato sia come calendario civile (in Etiopia), sia come calendario ecclesiastico dai cristiani etiopi ed eritrei appartenenti alle Chiese ortodosse, alle Chiese cattoliche orientali e alle Chiese protestanti orientali.

Si tratta di un calendario solare molto simile al Calendario copto della Chiesa copta ortodossa di Alessandria e della Chiesa copta cattolica, tuttavia, come nel calendario giuliano, vi è un anno bisestile ogni quattro anni.

Il ciclo quadriennale dell’anno bisestile è associato ai quattro evangelisti: il primo anno dopo un anno bisestile etiope è chiamato anno Giovanni, seguito dall’anno Matteo e poi dall’anno Marco. L’anno con un giorno aggiuntivo è conosciuto come l’anno Luca.

Non ci sono eccezioni al ciclo quadriennale dell’anno bisestile, esattamente come nel calendario giuliano.

Il calendario etiope è formato da dodici mesi di trenta giorni, il tredicesimo mese equivale ad un periodo di cinque/sei giorni. Il sesto giorno viene aggiunto solo ogni quattro anni, negli anni bisestili.

Mesi del calendario etiope

  1. Meskerem (30 giorni)
  2. Tikemt (30 giorni)
  3. Hedar (30 giorni)
  4. Tahesas (30 giorni)
  5. Tir (30 giorni)
  6. Yekatit (30 giorni)
  7. Megabit (30 giorni)
  8. Meyazeya (30 giorni)
  9. Genbot (30 giorni)
  10. Senay (30 giorni)
  11. Hamlay (30 giorni)
  12. Nehasay (30 giorni)
  13. Pagume (5/6 giorni)

Il capodanno etiope si chiama Kudus Yohannes in Ge’ez e Tigrinya, mentre in amarico, la lingua ufficiale dell’Etiopia si chiama Enkutatash. L’1 Meskerem ricorre l’11 settembre nel calendario gregoriano.

Le festività del calendario Ge’ez

  • 7 TahesasGenna (Natale)
  • 19 o 20 TahesasTimkat (Epifania)
  • MeyazeyaFasika (Pasqua)
  • 1 Meskerem – Enkutatash (anno nuovo)
  • 17 Meskerem Meskel (Festa della Croce)

Vedi anche: